Serve un fondo regionale per adeguare le aree giochi del Piemonte alle esigenze dei bimbi con disabilità. Discussione solo rinviata alla previsione di Bilancio.

Da una prima ricerca in Italia le aree gioco accessibili non coprono nemmeno il 5% del territorio nazionale e negli oltre 8 mila Comuni solo 350 sono quelli che possono essere utilizzati dai bambini con disabilità.

Quindi, per promuovere la piena integrazione sociale, durante la discussione in Consiglio Regionale del DL n. 272 (Assestamento del bilancio di previsione finanziario 2017-2019 e disposizioni finanziarie), ho depositato un emendamento per l’istituzione di un Fondo per il rimborso spese sostenute dai Comuni piemontesi per l’adeguamento o per la nuova realizzazione dei parco giochi comunali. Per il Fondo avevo proposto anche una dotazione per l’esercizio finanziario 2018 2019 in termini di competenza pari a 500 mila euro per ogni annualità. Entro 90 giorni dalla entrata in vigore della legge avevo previsto altresì che la Giunta adottasse un apposito regolamento così da definire i criteri per l’assegnazione delle risorse.

Il vice Presidente Reschigna mi ha chiesto di ritirare l’emendamento così da poter affrontare il tema nella legge di Bilancio che approderà in Aula nelle prossime settimane. Discussione rinviata, ma di poco.

Share