Ipab piemontesi: approvata la legge di riordino

Ipab: approvata la legge

Ravetti (Pd): “Dopo 16 anni finalmente si potrà procedere alla riorganizzazione”

“Dopo sedici anni le Ipab potranno essere riorganizzate attraverso un testo di legge nuovo e moderno che permetterà alle strutture di trasformare la propria figura giuridica in aziende pubbliche, in fondazioni o in associazioni di diritto privato, prevedendo anche una fascia intermedia, per alcune Ipab di media grandezza, in cui sia possibile scegliere tra azienda pubblica e ente di diritto privato” ha dichiarato, nel suo intervento in Aula il Vice Presidente del Gruppo Pd e relatore di maggioranza del provvedimento, Domenico Ravetti.

“Le Ipab sono state il primo sistema di welfare organizzato su base volontaristica del Nord Italia, un sistema che da tempo non era pù in grado di reggere la sfida dell’innovazione e che, pertanto, andava adeguato ai tempi e alle richieste della società” ha proseguito Ravetti.

“Si tratta di una legge di sistema che non prevede costi aggiuntivi per la Regione, introduce aspetti innovativi e potrà contribuire al miglioramento del sistema sociosanitario nel suo complesso – ha concluso il Vice Presidente del Gruppo Pd- E’ stato approvato anche un ordine del giorno collegato, da me presentato, che impegna la Giunta ad “individuare le modalità più idonee ed efficaci a consentire che i Comuni sedi di IPAB trasformate in persone giuridiche di diritto privato siano pienamente coinvolti nell’ambito della programmazione e indirizzo delle attività di tali nuovi soggetti”.

 

Share