Archivi categoria: sanità

Sanità – Quattro domande alla maggioranza

Sanità in provincia di Alessandria

QUATTRO DOMANDE ALLA MAGGIORANZA E AI SINDACI DI DESTRA SU ORTOPEDIA, RETE PEDIATRICA, PUNTO NASCITE CASALE E ANESTESISTI.


Mettiamo al bando le polemiche politiche dell’opposizione ( le mie) e la propaganda della maggioranza (la triade Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia) e facciamo luce su alcune vicende fondamentali per la sanità pubblica in provincia di Alessandria. Il mio vincolo è che in minoranza non posso che fare domande non avendo a disposizione i numeri per compiere delle scelte. Noi la chiamavamo “razionalizzazione” mentre la destra alessandrina li chiamava “tagli”. Ebbene, riflettiamo su quello che è rimasto, cheva difeso e che è meno di quello che Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia intendono garantire.

Faccio quattro domande:

La prima domanda è: “Quali sono le condizioni delle Ortopedie ospedaliere di Novi Ligure, Tortona, Acqui Terme e Casale Monferrato e quali prospettive hanno a medio termine?

La seconda domanda è: “Il “Cesare Arrigo” è una eccellente struttura per le risposte ai bisogni di salute dei minori ma in quali condizioni versa la rete pediatrica provinciale?

La terza domanda è: “Esistono reali criticità sul Punto nascite di Casale Monferrato? A prescindere dal numero dei parti, il personale è sufficiente? Quali soluzioni sono previste per dare futuro a quel Punto nascite?

La quarta domanda è: “Il numero degli anestesisti è quello necessario per la normale attività della nostra rete ospedaliera?

Sanità in Provincia di Alessandria: i nodi sono venuti al pettine

“Basta con le lamentele dei sindaci di centrodestra. E’ arrivato il tempo per loro di proporre delle soluzioni” dichiara il Presidente del Gruppo Pd in Consiglio regionale Domenico Ravetti.

“A proposito della sospensione dell’attività ambulatoriale di Pediatria presso l’ospedale di Tortona – spiega il Presidente Ravetti–  ho letto le dichiarazioni del sindaco leghista che pare essersi molto arrabbiato. Quel sindaco leghista è proprio lo stesso che, dal palco, in campagna elettorale, veniva rassicurato dal capo nazionale della Lega sul glorioso futuro della sanità tortonese nel caso di vittoria di Cirio in Regione Piemonte”.

“Verrebbe da rispondere con ironia agli sfoghi del sindaco leghista di Tortona al quale sfugge che lui e il suo Partito hanno vinto le elezioni e da più di 100 giorni sono al Governo del Piemonte e i problemi non li devono più raccontare, ma risolvere. Inoltre, visto che questo esponente leghista pare essersi candidato a fare il presidente dell’assemblea dei sindaci dell’ASL Al, (con il vice di Forza Italia) verrebbe da chiedergli un po’ di pazienza con i sindaci del PD e delle liste civiche che hanno deciso di saltare il banchetto già preparato con la sua poltrona riservata” prosegue Ravetti.

“Ma il tema della nostra sanità – conclude Domenico Ravetti – è troppo importante, molto più importante del conflitto politico e riguarda la salute dei cittadini della provincia di Alessandria. Quindi, non mi abbandono ad alcuna ironia, ma invito chi governa a decidere quale strada percorrere e a farlo in fretta. I problemi sono molti e vanno presi in esame e risolti senza ulteriori rinvii; vedremo con quanto coraggio e con quanta coerenza li affronteranno i sindaci del centrodestra della nostra provincia”.

SANITA’: VEDIAMO I CONTI

Domenico Ravetti (Pd): “Icardi porti i dati di bilancio del secondo trimestre 2019 in Commissione Sanità”
Torino – 23 luglio 2019 – “Caro Assessore Icardi ti chiedo di venire al più presto in IV Commissione a riferire sui dati allarmanti riguardanti i bilanci di previsione delle Asl che, secondo le tue affermazioni sugli organi di stampa, farebbero rischiare alla Regione Piemonte un nuovo Piano di rientro in sanità. Non è mia intenzione continuare a disturbarti, ma fa parte dei tuoi compiti prendere parte ai lavori istituzionali e informare il Consiglio regionale, entrando nel dettaglio di quanto hai già comunicato ai giornali”. Questa la richiesta del Presidente del Gruppo del Partito Democratico Domenico Ravetti, richiesta che verrà formalizzata durante la capigruppo prevista per oggi.
“Nei giorni scorsi – ha proseguito Ravetti– l’Assessore Icardi ha affermato che dall’esame dei bilanci di previsione delle aziende sanitarie emergerebbe una perdita di 454 milioni di euro. Chiedo, quindi, a Icardi di portare in Commissione Sanità i dati di bilancio del secondo trimestre del 2019 delle aziende, dati che non gli sarà difficile trovare in Assessorato, negli uffici vicini al suo”.
“L’esame di questi elementi – ha concluso Domenico Ravetti – nell’opportuna sede della Commissione consiliare ci consentirà di fare le corrette valutazioni su quanto affermato dall’Assessore alla Sanità e vedremo se le sue dichiarazioni non sono soltanto semplici allarmismi”.